Basato su avvenimenti realmente accaduti, “A Chjàna” (18’) racconta la storia di Ayiva, un giovane immigrato del Burkina Faso che cerca di ricongiungersi con il suo migliore amico dopo aver partecipato alla prima rivolta razziale nella storia d’Italia. Jonas Carpignano è un regista che lavora fra New York e Roma. I suoi cortometraggi sono stati presentati in numerosi festival cinematografici internazionali. “A Chjàna” ha ricevuto il premio per il miglior cortometraggio nella sezione Controcampo Italiano del 68° Festival del Cinema di Venezia e ha ricevuto una menzione speciale ai Nastro D’argento. “Ho passato l’estate del 2010 incontrando i partecipanti alla rivolta di Rosarno e ascoltando le loro storie – commenta Carpignano -, il film che ne è risultato guarda dall’interno a un fenomeno sociale e politico che è nuovo per l’Italia, e lo racconta dal punto di vista di chi lotta contro il razzismo e lo sfruttamento con la ribellione, la solidarietà e l’amicizia”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *