Il 27 Novembre 2014 si è tenuto a Lecce il primo National Workshop del progetto MAPEC_LIFE.

Il convegno è intitolato “Gli strumenti a supporto delle politiche per la difesa dell’ambiente e della salute”, in cui vengono spiegate tutte le fasi necessarie per avviare il processo di studio per individuare le potenziali cause che possono alterare lo stato di salute dei bambini.

L’ambiente rappresenta uno dei determinanti fondamentali dello stato di salute e benessere degli individui per cui se “inquinato”, può diventare veicolo di agenti nocivi. Le ripercussioni sanitarie dell’inquinamento sono determinate dal contatto (esposizione) tra l’uomo e i fattori di pericolo e dal
conseguente a umento del rischio per la salute che si traduce in un aumento della morbosità e della mortalità.
Il proliferare delle industrie, l’aumento del traffico veicolare, l’uso sconsiderato dei prodotti chimici, la mancanza di controlli sull’inquinamento e sullo smaltimento dei rifiuti sono tutti fattori che hanno una conseguenza diretta sulla salute dei cittadini.
I bambini, in particolare, sono più esposti a questi pericoli perché, in rapporto al loro peso, rispetto agli adulti respirano più aria, e consumano più cibo e acqua.
Inoltre, il loro sistema immunitario, il loro sistema nervoso e il loro apparato digestivo sono molto più delicati di quelli di una persona adulta. Secondo i dati forniti dall’OMS nell’anno 2000, più del 40 per cento dei 4,7 milioni di morti causati da problemi legati all’inquinamento avevano meno di 5 anni.
Le modalità con cui si realizza l’interazione ambiente-uomo sono molteplici e spesso risulta di complicata identificazione il nesso di causalità tra i fattori ambientali e le malattie ad essi correlate.
L’applicazione di strumenti di valutazione del rischio rappresenta, pertanto, un passo fondamentale nel quadro generale di gestione dell’ambiente e della salute della popolazione in quanto consente di prevenire eventuali impatti ambientali e sanitari derivanti dalla presenza di specifici pericoli in determinate aree geografiche.
Il South Italian Mapec Workshop “Gli strumenti a supporto delle politiche per la difesa della salute e dell’ambiente” è l’occasione per fare il punto sulle conoscenze relative al rapporto ambiente salute, con particolare riferimento a quella dei bambini, alle metodologie utilizzate per la valutazione del rischio ambientale e al contributo dato dal Progetto MAPEC_LIFE alla gestione delle problematiche riguardanti la qualità dell’aria.

Antonella De Donno

Ricercatrice dipartimento Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali, Università del Salento