Da Mina a Mia Martini, da Ornella Vanoni a Nada, da Gabriella Ferri a Fiorella Mannoia fino a Loredana Bertè e Rita Pavone, è un omaggio alle “Signore” della canzone italiana il quarto appuntamento del ciclo “Must in song” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di Lecce realizzata dall’assessorato alla Cultura, turismo e spettacolo guidato da Gigi Coclite, è organizzata dal critico musicale Eraldo Martucci, in questo caso in collaborazione con la Casa della Carità di Lecce a cui andrà parte dell’incasso.

Sono state rivissute dunque pagine immortali della canzone italia nel Teatro Romano di Lecce, per voci di quattro giovani e talentuosissime cantanti salentine: Rachele Andrioli, Carolina Bubbico, Cecilia Costa, Cristiana Verardo. Per il loro “In-Canto di donne“, con un repertorio che tocca, tra i tanti, brani celebri come “La voglia la pazzia”, “E la luna bussò”, “Se telefonando”, “Almeno tu nell’universo”, “Ma che freddo fa”, “Viva la pappa col pomodoro”, sono state accompagnate dal Faber ensemble, formato da Daniele Vitali al pianoforte, Roberta Mazzotta e Valentina Marra al violino, Claudia Russo alla viola, Angelina Mogavero al violoncello, Alessandro Dell’Anna alla tromba, Emanuele Coluccia al sax, Gaetano Carrozzo al trombone, Davide Sergi e Massimo Donno alla chitarra, Francesco Pellizzari alla batteria e Stefano Rielli al basso. Gli arrangiamenti sono della stessa Bubbico, recentemente balzata all’attenzione nazionale per il suo ruolo di direttrice d’orchestra e arrangiatrice al Festival di Sanremo.